Elena da Persico

14.jpg

La vita

 

Conoscere Elena, la sua storia, il suo percorso e l’intuizione che l’ha mossa e l’ha portata ad aprire una nuova via nella Chiesa significa conoscere e comprendere il significato del suo sguardo sul mondo e sulla storia; uno sguardo che ancora ci interpella, ci invita e ci svela la grazia di una vita plasmata dalla contemplazione di Dio nelle comuni condizioni di vita, fino a vivere il servizio per amore come Gesù.

Gli anni della formazione

15.jpg

Elena da Persico nasce a Verona il 17 luglio 1869, primogenita del conte Carlo III da Persico e della contessa Maria Barbavara di Gravellona.

Le scelte fondamentali

È la primavera del 1903: Elena ha poco meno di 34 anni. 

Incomincia spiritualmente un tempo significativo per Elena e assai ricco di attività: la passione per l'uomo e la presenza responsabile nella vicenda della storia si declinano in gesti piccoli e grandi.

16.jpg

Elena fondatrice delle FRA

17.jpg

Tra il 1910 e il 1913-1914 appaiono i tratti di una intuizione vocazionale, che sarà quella delle FRA. Elena annota, nei momenti di più intensa preghiera o di intimità eucaristica, aspetti salienti del “progetto” che si va delineando, sempre preoccupata di non dir nulla di suo, ma di restare “spettatrice e strumento del lavoro del Signore”.

L’impegno sociale ed ecclesiale

L’attività di Elena è fortemente poliedrica; è presente operativamente nella vita cattolica del tempo, così da meritare, nella sua diocesi, Verona, dal Cardinale Bacilieri, il titolo affettuoso di “il mio Ausiliare” (1910).

18.jpg

Gli anni della maturità

19.jpg

La storia di Elena continua anche nella maturità ad intrecciarsi profondamente con quella del movimento cattolico italiano. Intanto nascono i primi gruppi di FRA, per le quali Elena non risparmia viaggi e fatiche, senza limitare per questo le sue altre attività.

Nonostante la guerra

Nonostante l’età avanzata, le distruzioni e i lutti della guerra, Elena continua a lavorare indefessamente,

Screenshot 2022-02-03 at 11.43.04.png

Gli ultimi passi di una vita intensa

Screenshot 2022-02-03 at 12.02.17.png

Elena vive gli ultimi anni della sua vita, stando ancora "sulla breccia", testimoniando, fino all'ultimo, passione per la storia e per la vita della Chiesa. Pochi mesi prima di morire, esortando le donne alla partecipazione, con un articolo dal titolo significativo: Tutte in piedi!, già malata, il 18 aprile 1948 si reca a votare, perché ritiene questo gesto estremamente importante per la nuova stagione che attende il Paese. Muore il 28 giugno 1948.

Bibliografia

  • A. ROSSETTI, Elena da Persico, Attività sociali, Verona 1954.

  • M. RICCI CURBASTRO, Elena da Persico operaia di Cristo, Attività sociali, Verona 1956.

  • D. CASTENETTO, Elena da Persico (1869-1948). Una intuizione spirituale, Glossa, Milano 1982.

  • Da Persico Elena, voce a cura di A. Niero, in Dizionario storico del Movimento Cattolico in Italia), 3/1, Le figure rappresentative, Marietti, Casale Monferrato 1984, pp. 280-281.

  • AA.VV., Elena da Persico: una donna, una spiritualità (1869-1948), Pro Manuscripto, Viboldone 1985.

  • A. PASSONI, Elena da Persico: una donna nella storia, AVE, Roma 1991.

  • AA.VV., L’impegno sociale di Elena da Persico, AVE, Roma 1993.

  • E. DA PERSICO, Diario, Glossa, Milano 1993.

  • E. DA PERSICO, Lettere ai direttori spirituali (1911-1938), Morcelliana, Brescia 1998.

  • AA.VV., Elena da Persico: una vita, un impegno, Roma 1999.

  • Da Persico Elena, voce a cura di E. Butturini, in Dizionario biografico dei veronesi (secolo XX), I (A-L), Accademia di Agricoltura, Scienze e Lettere, Verona, 2006, pp. 284-286.

  • L. GAZZETTA, Innovazione nella conservazione. Elena Da Persico e la costruzione dell’azione cattolica femminile in Italia, in Mélanges de l'École française de Rome - Italie et Méditerranée modernes et contemporaines (MEFRIM), 128/2 (2016): https://journals.openedition.org/mefrim/2987.

  • C. TASCONE - D. CASTENETTO, Pensare e operare nella storia. La formazione della donna negli scritti di Elena da Persico, Centro Ambrosiano, Milano 2018.