L'incontro tra Elena e Giuseppe Toniolo avviene nel 1907 alla prima Settimana sociale indetta a Pistoia dall'Unione popolare.

Per Elena è un incontro di grande importanza: per l'amicizia che da allora la legherà al Toniolo e per la consapevolezza, sempre più profonda di dover lavorare nel campo sociale.

Giuseppe Toniolo (1845-1918) è un personaggio chiave nella storia del movimento cattolico italiano.

Originario del Veneto, eredita dalla famiglia una profonda pietà religiosa, una vigile attenzione verso i più poveri, un sincero amore per la patria italiana.

Studente di diritto orienta i suoi studi verso la problematica economica, grazie al suo rigoroso impegno vince la cattedra di Economia politica all'Università di Pisa.

È attento osservatore degli orientamenti sociali d'Oltralpe, prepara con altri intellettuali il clima della Rerum Novarum e si adopera per tradurre in pratica gli orientamenti di Leone XIII.

A questo scopo fonda l'Unione Cattolica degli Studi sociali e si afferma come uno dei leader lungimiranti del Movimento Cattolico.

Agisce in un contesto travagliato e carico di tensioni tra la posizione pontificia e le nuove aperture richieste da alcuni cattolici nei confronti della politica italiana.

Cerca di mediare con un gravoso lavoro personale.

Nella sua intensa attività culturale riconosce i talenti di Elena da Persico che coinvolge in questo suo profondo impegno per l'edificazione di un mondo nuovo cristianamente ispirato.